Il giardino degli incontri: dal 2 al 6 novembre, un luogo per buoni affari, uno spazio per la solidarietà




Eventi, Torino | Laura Sacco | 31 ottobre 2011 alle 12:00

il giardino degli incontri

Torino come Londra: in occasione di Paratissima apre il primo charity shop temporaneo a San Salvario
Nel negozio, in anteprima anche il filo ritrovato, nuova linea per bambini ispirata al design interculturale
via Saluzzo 30, interno cortile

Introducendo una tradizione londinese, dal 2 al 6 novembre all’interno di Paratissima Distretto Moda apre “Il giardino degli incontri”, charity shop temporaneo – dura solo i 5 giorni della manifestazione – dove è possibile trovare capi di seconda mano firmati e di qualità per adulti e bambini.
Dal cappello di Gattinoni al vestito di Max Mara, dall’abito da ballo alla tuta da sci: le proposte sono tante e per tutti i gusti. Abiti accuratamente selezionati a prezzi competitivi. L’evento temporaneo è organizzato dall’Associazione Il Mondo di Joele, cui andrà il ricavato; la onlus con sede a San Salvario si occupa di donne italiane e straniere in difficoltà economiche e di vita.

Il 2 novembre alle ore 18
in via Saluzzo 30
, presso “Il giardino degli incontri”
anteprima e presentazione della collezione autunno inverno,
alla presenza dell’Assessore all’integrazione della Città di Torino, Ilda Curti

All’interno dello shop si potranno trovare in anteprima le creazioni de il filo ritrovato, linea di abbigliamento per bambine e bambini tra i 5 e i 9 anni realizzata da donne originarie di Camerun, Nigeria, Perù, Senegal, Brasile e Marocco e residenti a Torino. Il concept stilistico mira a recuperare modelli di uso quotidiano per tradurli in pezzi unici, curati nei dettagli e nelle rifiniture. il filo ritrovato è un progetto vincitore del Bando Torino Plurale 2011 per la sezione “Donne” ed è realizzato con il sostegno di Città di Torino, Compagnia di San Paolo, Torino Plurale.

Inoltre, dal 2 al 6 novembre, in via Saluzzo 30 in occasione di Paratissima, l’Associazione Il mondo di Joele propone:

Servizio di baby parking serale e festivo presso La Casa di Joele, Centro per l’accoglienza la cura e il maternage. Nei giorni di sabato e domenica sono previsti laboratori di intrattenimento e di fiabe russe. Sarà possibile lasciare direttamente il bambino fino a che non verrà raggiunto un massimo di 15 ospiti. Il costo orario del servizio è di 3 euro l’ora. Gli orari previsti sono:
dal 2 al 4 novembre – dalle 20 alle 23
sabato 5 novembre – dalle 15 alle 23
domenica 6 novembre – dalle 10 alle 20

Infine, nell’ampia sala, al piano cantine, l’Associazione ospita ben 5 artisti di Paratissima: l’arte africana della cooperativa Baobab e l’arte materica di Desde, una vera e propria tradizione familiare; Alain Battiloro e la sua capacità di raccontare in uno scatto un giorno speciale; il corpo che cambia e la vita che nasce nelle immagini di Ulani Child Photography; e ancora le installazioni di marlaviva & coccovitch.

Il mondo di Joele è un’Associazione di Promozione Sociale e una Onlus. Nata nel 2007, ha un passaggio di quasi 800 persone all’anno, realizza circa 300 inserimenti annuali di donne in difficoltà di vita o economici tra corsi, progetti e prese in carico globali. L’associazione di stampo laico una trentina tra soci e volontari e opera in collaborazione con: Servizi Sociali, Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo, Caritas diocesana, Fondazioni e associazioni cittadine. La Casa di Joele, centro per l’accoglienza, la cura e il maternage, in via Saluzzo, 30 prevede oltre al baby parking, spazi per corsi e laboratori dedicati alle donne seguite e gli uffici di segreteria e assistenza.

comunicato stampa il mondo di Joele

Invito inaugurazione de Il filo ritrovato

Info > Il mondo di Joele onlus – tel. 011 650 80 86 – ilmondodijoele@hotmail.it


Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Torino su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Laura Sacco

Laura Sacco Laura Sacco 45 anni e non sentirli, spazia dal web al punto e croce passando per la cucina. Come dice la sua secondogenita 7enne, ha l'hobby del lavoro e si occupa di organizzazioni nonprofit all'interno dell'Osservatorio sull'economia civile della Camera di commercio di Torino, dove è la referente per la comunicazione&co.
Sito: http://friendfeed.com/lasacco


Lascia un commento